politiche sulle droghe
Parola chiave:
Totale: 69 risultati.
Tag: politiche sulle droghe
Articolo
Rischio Aids per chi usa droghe in Italia maggiore del 15% che in Europa
(notizie)

Nel nostro Paese il 43% delle persone che assumono sostanze per via iniettiva arriva tardi alla diagnosi da Hiv contro il 29% della media europea, a causa dello scarso uso del test, che è assente in quasi il 70% dei Sert italiani.

Leggi tutto...

Quali politiche sulle droghe in Italia?
(notizie)

Finita l'era Giovanardi, le politiche sulle droghe in Italia sono finite nel limbo. Con lo scossone provocato dalla cassazione della Fini-Giovanardi si è aperta una nuova fase, accompagnata da altre importanti novità nel contesto internazionale, della quale però ancora non sono chiari i lineamenti. La situazione attuale richiede decisioni e progettualità che seguano e supportino le indicazioni delle agenzie internazionali, in direzioni diverse dalla linea finora tracciata dal capo del Dipartimento Antidroga, oggi dimissionario.

Leggi tutto...

Droga, che fare?
(notizie)

A Genova in questi giorni il governo è stato chiamato a dare una risposta alla domanda su quali politiche su Droghe e Dipendenze si debbano attendere in Italia. In un quadro significativamente modificato, la cassazione della Legge Fini Giovanardi è infatti arrivata in un contesto nazionale che vede carceri ancora sovraffollate, servizi tagliati, un Dipartimento Antidroga con una gestione da molti ritenuta discutibile, e soprattutto nella completa assenza di una direzione politica che non sia eredità di governi passati. Un vuoto che va riempito.

Leggi tutto...

Basta con la guerra
(notizie)

Dal 1987 il 26 giugno è la Giornata internazionale contro il consumo e il traffico illecito di droga, indetta dall'ONU. Ogni anno in questo giorno negli uffici viennesi dell'Unodc, l'Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine, viene presentato il Report globale. In Italia invece la legge prevede che la Relazione sulla situazione italiana, stilata dal Dipartimento Antidroga della Presidenza del Consiglio, sia portata in parlamento dal ministro competente. Che però non si sa chi sia, dato che nessuna delega pare ancora essere stata attribuita.

Leggi tutto...

Ciao Don
(notizie)

Difficile trovare le parole per salutare Don Gallo nel suo ultimo viaggio. La commozione è tanta, per lui che non ha mai avuto paura di prendere strade difficili. Don Gallo, grande padre della Comunità di San Benedetto al Porto, era anche presidente di Lila Genova, era uno di noi. Coerente con la sua storia, sempre vicina alle persone fragili, qualsiasi fosse la loro difficoltà, burbero e sorridente, senza moralismi e con grande umanità e immensa dolcezza.

Leggi tutto...

Il Dipartimento di Serpelloni
(notizie)

Giovanni Serpelloni è a capo del Dipartimento per le Politiche Antidroga della Presidenza del Consiglio dal 2008. Nominato da Carlo Giovanardi, ha saputo farsi apprezzare dall'intero arco parlamentare. Così, negli anni, il dr Serpelloni ha fatto crescere senza sosta quella che oggi possiamo definire la sua creatura. Forse, un po' troppo sua. Tanto che non mancano e non sono mancate polemiche sul suo ruolo, le sue competenze e le sue attività, qui dettagliate (con risposta del dr Serpelloni). In calce è disponibile la versione in inglese - english version available).

Leggi tutto...

Rave, sgomberi e Itardd
(notizie)

Nella notte di sabato 27 ottobre a Cusago, provincia di Milano, le forze dell'ordine intervengono per interrompere un rave in corso. Oltre 150 uomini in divisa per un bilancio pesante: una ragazza finisce in coma farmacologico, i feriti sono oltre 50. Un bilancio pesante, per un intervento che quindi è finito alle cronache nazionali ed è stato criticato da più parti. mentre si moltiplicavano testimonianze e articoli che raccontavano una storia diversa da quella raccontata dalla questura. La Rete Italiana Riduzione del Danno, di cui anche la Lila fa parte, ha fatto sentire la sua voce con un comunicato stampa.

Leggi tutto...

Droghe, lettera aperta di associazioni e operatori: “dal governo inadempienze intollerabili”.
(notizie)

Gravi ritardi da parte del governo sul tema delle droghe e delle dipendenze: a denunciarli, in una lettera-appello, un vasto fronte di operatori, associazioni e comunità impegnate su questi temi e, tra queste, anche la Lila. L’ultima clamorosa inadempienza riguarda la mancata presentazione al Parlamento della relazione annuale sullo stato delle dipendenze e dei consumi problematici, un adempimento previsto per legge entro il 30 giugno di ogni anno, curato del Dipartimento Politiche Antidroga.

Leggi tutto...

Legalizzare la cannabis: prorogata la raccolta firme per il referendum. LILA: chiudiamo la drammatica stagione del proibizionismo!
(prima pagina)

Partita dallo scorso 11 settembre la raccolta di firme online per chiedere un referendum che depenalizzi alcune attività legate al consumo della Cannabis e che elimini le sanzioni riferite al consumo personale di questa sostanza. L'iniziativa ha raccolto in tempi record le firme neccesarie, superando ampiamente la soglia delel 500mila adesioni richieste. Tuttavia, i ritardi dei Comuni nel rilascio dei certificati necessari rischiavano di non rendere possibile la presentazione delle firme stesse in Cassazione entro il 30 settembre.  Dopo la mobilitazione dei promotori è però arrivata la svolta: il Consiglio dei Ministri, ha approvato in extremis la proroga della scadenza che slitta così al 31 ottobre. I Ministri della Lega si sono astenuti ma l'iniziativa refrendaria potrà ora proseguire il suo iter. 

 

Le oltre 500.000 mila firme raccolte puntano a cambiare una delle leggi più repressive dell’occidente in materia di consumo personale della Cannabis e sostenere la iniziative parlamentari che vanno in questa direzione: per firmare, informarsi e sostenere con un contributo la campagna si può accedere a questo link: https://referendumcannabis.it/

 

Leggi tutto...