HIV Continuum of Care - Monitoring Implementation of the Dublin Declaration on partnership to fight HIV/AIDS in Europe and Central Asia: 2020 Progress Report

Data: 2021
Autore: ECDC

Nel 2020, soltanto 40 dei 55 paesi dell'Europa e dell'Asia centrale hanno fornito gli ultimi dati disponibili su tutte e quattro le fasi del continuum of care dell'HIV, rispetto ai 34 paesi del 2018. Un totale di 45 paesi sono stati in grado di fornire dati per almeno due fasi consecutive del continuum of care dell'HIV, rispetto ai 42 paesi del 2018.

Nel 2020, utilizzando i dati dei paesi in grado di fornire almeno due fasi consecutive del continuum of cure, la performance complessiva della regione europea e dell'Asia centrale rispetto agli obiettivi globali 90/90/90 è dell'82% di tutte le PLWHIV con HIV diagnosticate, del 67% di quelle con HIV in trattamento e del 90% di quelle in trattamento con soppressione virale. Sono necessari ulteriori progressi per raggiungere l'obiettivo sostanziale del 73% di tutte le PLWHIV in soppressione virale, con una performance per l'intera regione del 50% , basata sui paesi che hanno presentato dati per tutte e quattro le fasi del continuum.

Esiste una variazione sostanziale per ogni elemento del continuum of care, sia tra le sottoregioni europee e dell'Asia centrale che al loro interno. Nel complesso, la sottoregione occidentale ha raggiunto tutti e tre gli obiettivi globali 90/90/90, con il 90% di tutte le persone con HIV diagnosticate, il 93% delle persone con HIV diagnosticate in trattamento e il 93% di quelle in trattamento soppresse viralmente. Complessivamente, la sottoregione del Centro sta raggiungendo l'87%, il 78% e l'81% e la sottoregione dell'Est sta raggiungendo rispettivamente il 78%, il 50% e l'87%. La sottoregione occidentale, con una performance complessiva del 78%, ha anche raggiunto l'obiettivo sostanziale di avere il 73% di tutte le persone con HIV in soppressione virale, mentre le sottoregioni del Centro e dell'Est sono rispettivamente al 55% e al 33% e hanno ancora molti progressi da compiere.

Sulla base delle informazioni dei 34 paesi che hanno riportato tutte e quattro le fasi del continuum sia nel 2018 che nel 2020, c'è stato qualche progresso verso il raggiungimento degli obiettivi sostanziali globali. Complessivamente, per questi paesi, nel 2020, l'82% di tutte le persone con HIV sono state diagnosticate, il 55% di tutte persone con HIV erano in trattamento e il 49% erano in soppressione virale. Questo rispetto all'80%, 51% e 43% rispettivamente nel 2018. Ogni sottoregione ha anche mostrato miglioramenti nei risultati del continuum di cura nel 2020 rispetto al 2018. Il miglioramento maggiore si è verificato nella sottoregione orientale nella proporzione di tutte le persone con HIV in soppressione virale, con un aumento dal 26% nel 2018 al 33% nel 2020 tra i 10 paesi della sottoregione orientale in grado di riportare dati in entrambi gli anni.

Il numero di persone con livelli trasmissibili di virus può essere calcolato aggiungendo il numero di PLWHIV che si stima non siano diagnosticate, diagnosticate ma non in terapia e trattate ma con soppressione virale non raggiunta. Usando i dati dei paesi che hanno fornito tutte e quattro le fasi del continuum, si stima che siano 1.112.593

Delle persone che vivono con livelli trasmissibili di virus nel 2020, si stima che il 35% non sia stato diagnosticato, il 54% sia stato diagnosticato ma non trattato e l'11% sia in trattamento ma con una carica virale non soppressa. Questo indica che il maggior impatto nella riduzione del numero di persone con livelli trasmissibili di virus potrebbe essere raggiunto attraverso un rapido e sostenuto aumento del trattamento, insieme ad una diffusa attuazione della prevenzione, compresi ulteriori sforzi per aumentare il test HIV.

Il documento originale è disponibile a cliccando qui.