banner profili3
banner profili3

Il governo, con grave ritardo, prepara la Conferenza Nazionale sulle droghe LILA: “Impianto vecchio di trent’anni, si coinvolga la società civile”

Marijuana kCon dodici anni di ritardo il Governo starebbe preparando la Conferenza Nazionale sulle Droghe che, per legge si sarebbe dovuta tenere ogni tre anni. Potrebbe trattarsi di una buona notizia ma, per ora, la società civile e le reti dei consumatori e consumatrici non sono stati coinvolti nella preparazione di un evento così importante. I temi indicati nei documenti preparatori risultano, inoltre, anacronostici, fermi alla sciagurata era della "War on Drug". Mentre nel mondo pratiche e dibattito su droghe e proibizionismo stanno rapidamete cambiando, riconoscendo il fallimento di decenni di proibizionismo e repressione, l'Italia resta isolata dal dibattito internazionale e sorda anche alle raccomandazioni che maturano in sede ONU. La LILA chiede al Governo di non sprecare questa preziosa occasione di confronto e si appresta a scrivere alla Ministra Dadone e al Ministro Speranza. 

Vai all'articolo

ONU, summit ad alto livello sull'HIV/AIDS. UNAIDS lancia la strategia globale 2021-2026

Unaids global strategyONU e UNAIDS in campo per ridisegnare le strategie di risposta all'HIV 2021-2026 e centrare l'obiettivo della sconfitta dell'AIDS entro il 2030, così come previsto dagli obiettivi ONU per un sviluppo sostenibile (SDG). Nel documento "End inequalities. End Aids - porre fine alle disuguaglianze, sconfiggere l’AIDS”, UNAIDS indica target e strategie per la risposta all’HIV/AIDS del decennio appena iniziato lanciando i prossimi obiettivi intermedi per il 2025. Il documento sarà alla base del Meeting ad Alto Livello delle Nazioni Unite sull’HIV/ AIDS che si tiene a New York dall’8 al 10 giugno 2021 (High Level Meeting  HLM)  e che, con una dichiarazione politica finale, detterà agli Stati Membri le strategie comuni necessarie a perseguire gli obiettivi dell'Agenda 2030. Al centro, sostengono le Nazioni Unite, devono esserci le persone con HIV, le loro community, la loro capacità di innovare e promuovere politiche sociali improntate al rispetto dei diritti umani universali. Agli Stati Membri il compito di raccoglierne le istanze e sostenere con adeguate risorse la risposta all'HIV/AIDS dei prossimi anni cruciali. 

Vai all'articolo

COVID, Moratoria sui brevetti, il WTO decide. Il comitato Diritto alla cura: "Evitare la Caporetto dell'umanità"

Dirirtto alla cura giugnoCruciale riunione del WTO- Consiglio generale TRIPs, l'8 e 9 giugno, per decidere se aprire la discussione sulla sospensione dei diritti di brevetto su vaccini, farmaci e strumenti diagnostici anti-COVID. Di fronte alla disponibilità di Stati Uniti e Cina, risulta davvero non più accettabile l'opposizione dell'Unione Europea. "Evitiamo la Caporetto dell'Umanità" l'appello del comitato italiano "Diritto alla cura" mentre Don Luigi Ciotti denuncia: "questa non è politica ma inerzia omicida"

  

Vaccini e HIV: tutti gli aggiornamenti

VaccinoIn Italia è in corso la campagna vaccinale contro il COVID-19. Tutte le autorità sanitarie e regolatorie sono concordi nel raccomandare la vaccinazione delle persone con HIV che, in caso di infezione da SARS -CoV2, rischiano decorsi più gravi della malattia. Per tale motivo, l'OMS ne chiede l'inserimento tra le fasce vaccinali prioritarie. Nonostante dubbi, sospensioni momentanee e polemiche, i vaccini in uso presentano alti profili di sicurezza ed efficacia, anche per le persone con HIV

 Per saperne di più vai all'articolo

Auto test, ti aiutiamo noi!

autotest

Lila ha attivato un nuovo servizio gratuito di supporto per l'esecuzione dell'AutoTest, che puoi effettuare in casa tua. Così possiamo darti una mano anche in questi tempi di distanziamento fisico.  
Scopri come funziona.

 

 

 

HIV e invecchiamento: vivere bene e a lungo con l'HIV

vivere a lungo copertinaGrazie alle terapie Antiretrovirali, l’aspettativa di vita delle persone con HIV è ora paragonabile a quella della popolazione generale e l’età media delle persone che vivono con questa infezione è in costante aumento. E' importante, dunque, prepararsi ad affrontare al meglio una nuova fase dell’esistenza, quella dell’invecchiamento. Le condizioni di una persona con HIV che invecchia sono simili a quelle di tutte le persone della stessa età, sia pure con alcuni aspetti di fragilità in più da gestire e valutare.Questa guida – ideata da NAM e tradotta ed adattata al contesto italiano dalla LILA - contiene informazioni utili sulle principali patologie legate all’invecchiamento, su come prevenirele e trattarle ma, soprattutto, ci indica che possiamo fare molto, in prima persona, per vivere serenamente questa parte importante della nostra vita. Continua a leggere

Vai alla guida 

La campagna Lila sulla TasP

È la prima campagna italiana dedicata al tema della TasP (treatment as prevention) e aderisce alla più ampia campagna internazionale “U=U, Undetectable=Untrasmittable”, ossia “Non rilevabile = Non trasmissibile”. L'obiettivo è diffondere una recente quanto straordinaria acquisizione scientifica: le persone con HIV che seguono regolarmente le terapie e che abbiano stabilmente conseguito una carica virale non rilevabile, non trasmettono il virus. Scopri di più

X