Libro Bianco: “Nel 2015, ancora una persona su 4 va in carcere per droga”

librobiancoLa 7° edizione del documento sulla legge sugli stupefacenti, cui LILA aderisce, fa il punto sul post “guerra alla droga” sancito dalla conferenza Onu tenuta a maggio a New York e evidenzia come in Italia, nonostante la tendenza al decremento, le persone in carcere per la violazione della legge sulle sostanze, sono ancora un terzo del totale. Alla conferenza stampa di presentazione gli autori hanno chiesto a gran voce al governo di convocare la VI Conferenza nazionale sul tema.

 

Al via il congresso ICAR 8 a Milano

icar fotoCon un appassionato discorso d’apertura del professor Michel Kazatchkine, inviato speciale delle Nazioni Unite  nell’Europa dell’est e in Asia, dedicato allo scoprarso professor Mauro Moroni, parte l’edizione numero 8 di Icar a Milano, nella prestigiosa sede dell’Università Bicocca.

La presidenza del Congresso Italiano su Aids e Ricerca Antivirale è stata affidata a clinici lombardi come Andrea Gori, Adriano Lazzarin e Franco Maggiolo. Nella importante prolusione di Michel Kazatchkine l’accento è stato posto sui nuovi paradigmi che mettono la popolazione mondiale davanti a nuove sfide: l’incremento dei casi di hiv-aids in molte zone del mondo, dall’europa centro-orientale all’asia, il bisogno di orizzonti globali per una salute equa e distribuita, l’affrancamento definitivo della questione aids dallo stigma e dalla discriminazione. Tra gli obiettivi anche una necessità primaria, avere “better data”, migliori dati per analizzare e improntare politiche di respiro.
 
 

"La popolazione con Hiv sta invecchiando, serve assistenza": appello LILA al CnAMC

oldrini presentazione CnamcAssistenza domiciliare insufficiente una popolazione con Hiv che sta invecchiando; difficoltà nel riconoscimento dell’invalidità e nelle pratiche di aggravamento e non rispetto delle indicazioni internazionali nel trattamento dei pazienti con coinfezione Hiv-Hcv: sono alcune delle criticità nella cura dell’Hiv in Italia sollevate dal presidente della LILA Massimo Oldrini nel suo intervento alla presentazione del rapporto del Coordinamento Nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici.

 

Tra luci e ombre la ministra Lorenzin pubblica la relazione al parlamento sull'HIV in italia nel 2014

BEATRICE-LORENZIN.jpgE' appena stata pubblicata la relazione del Ministero della Salute al Parlamento sullo stato di attuazione delle strategie attivate per fronteggiare l‟infezione da HIV nell‟anno 2014.

Ben venga la pubblicazione voluta dalla ministra della salute Beatrice Lorenzin, atto dovuto e per diversi anni disatteso, anche se molti sono gli aspetti che a nostro avviso necessitano di una maggiore attenzione e trasparenza.

Le 104 pagine della relazione che si aprono con la situazione epidemiologica a fine 2014 analizzata dal COA dell’ISS seguita dalle azioni intraprese durante lo stesso anno che hanno fatto capo al ministero della salute.

E' noto che abbiamo grosse perplessità sui dati, e ad oggi non ci risulta che l’ISS abbia attivato l’advisory board come richiesto, ma colpisce che siano stati pubblicati i dati del 2014 in premessa mentre quelli del 2013 appaiono nel capitolo 2.1 Sorveglianza delle nove diagnosi da HIV.

 

Lettera aperta a Mattarella: emergenza Hiv tra i giovani, serve una strategia a partire dalle scuole

MattarellaAbbiamo scritto al Presidente della Repubblica per chiedere il suo intervento per bloccare l'epidemia di Hiv che in Italia colpisce ogni anno circa 4000 persone con incidenza maggiore tra i giovani. Chiediamo in particolare che siano avviati nelle scuole percorsi di educazione all'affettività e alla sessualità.

Da Liz Taylor e Rock Hudson ad oggi: non calano gli ossessionati dal virus

Liz Taylor e Rock HudsonNel 1985, la pubblicazione della diagnosi da Hiv da parte dell'attore americano Rock Hudson aveva scatenato il terrore in chi gli si era avvicinato. Nel 2015 un ufficio scolastico suggerisce a una bambina con Hiv di fare lezioni a distanza. La paura del virus anche in assenza di rischi non è cambiata in 30 anni, come confermano i dati dei centralini telefonici Lila.

Epatite C: trattati solo metà dei pazienti promessi, a rischio salute e sconti sui nuovi farmaci

Massimo OldriniArcigay, Anlaids, LILA, Nadir, Mario Mieli e Plus denunciano: "A un anno dalla stipula del contratto per la rimborsabilità delle nuove terapie contro l'Epatite C trattati solo la metà dei 50mila promessi". "Con la scadenza del contratto nei prossimi mesi si perderà in salute dei cittadini con coinfezione Hiv e Hcv ma anche in risorse del Servizio Sanitario Nazionale, dati gli sconti previsti per un maggior volume di medicinali acquistati".

“Valentino T.” e gli altri: i casi limite non rappresentano il mondo dell'Hiv

LILALa giornata del 1° dicembre è stata dominata dalla storia di un uomo con Hiv accusato di aver trasmesso consapevolmente il virus a diverse donne. Ma concentrare l'attenzione su storie estreme non aiuta a prevenire la diffusione dell'infezione. Perché la prevenzione richiede la responsabilità di ciascuno.

Rapporto centralini Lila: aumentano le persone che non fanno il test dell'Hiv

Nina Zilli per LILACome Lega Italiana per la Lotta contro l'Aids denunciamo la crescita progressiva del numero di persone che non si sono mai sottoposte all'esame dell'Hiv: nel 2015 oltre il 20% di chi ci ha contattato non aveva mai fatto il test. Il dato sale al 36% in uno studio condotto sulla popolazione generale.

World Aids Day 2015: giornate di test gratuito e eventi in tutta Italia

Nina Zilli per LILAIn occasione della giornata mondiale per la lotta all'Aids, la LILA organizza giornate di test gratuito e altri eventi nelle sue sedi di Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Como, Livorno, Firenze, Milano, Roma, Torino e Trento in cui saranno distribuiti preservativi a marchio Coop donati dall'azienda italiana.

Testing Week: dal 20 al 27 novembre screening gratuito per Hiv e Epatite C

Testing Week 2015Quest'anno l'offerta del test riguarderà Epatite C oltre che l'Hiv. Hanno aderito le nostre sedi di Milano, Bari, Catania Torino e Trento insieme a centinaia di associazioni della regione europea dell'Oms. Vi aspettiamo dal 20 al 27 novembre!